ASSOCIAZIONE ISI
Ingegneria Sismica Italiana


Strada Statale Valsesia, 20 - 13035 Lenta (VC)
Tel. (+39) 331 2696084
ingegneriasismicaitaliana@pec.it
www.ingegneriasismicaitaliana.com

Utenti online: 9
Utenti iscritti: 1660

Rubrica Detrazioni Fiscali. Novità della Legge di Bilancio 2020

Febbraio 18, 2020 - 20:12 da ISI
[ITEM_TITLE]


Con l’approvazione della legge 27 dicembre 2019, n. 160 (legge di bilancio 2020) può dirsi sostanzialmente definito il quadro dei bonus fiscali per l’immobiliare. In sintesi, sono state prorogate al 2020 le detrazioni fiscali in scadenza nel 2019, mentre il c.d. bonus verde (o giardini) verrebbe prorogato dal decreto milleproroghe (D.L. n. 162/2019, in corso di conversione), ed è stato introdotto un nuovo bonus, il c.d. bonus facciate (art. 1, commi 219-224, della L. n. 160/2019), attualmente limitato al 2020.


Restano naturalmente in vigore le detrazioni, con scadenza già fissata al 2021, precisamente l’ ecobonus sulle parti comuni di edifici condominiali e le detrazioni sismabonus (sia su singole unità che  sulle parti comuni di edifici condominiali, oltre al bonus per l’acquisto di case antisismiche).
 
Si  segnala inoltre  che sono state invece abrogate le disposizioni relative al  c.d. sconto in fattura relativo al sismabonus, mentre per quanto riguarda l’ecobonus lo sconto in fattura sarà  limitato agli interventi di ristrutturazione “importante di primo livello” …. per le parti comuni degli edifici condominiali, con un importo dei lavori pari o superiore a 200.000 euro.
 
Da quanto emerge, il quadro relativo al sismabonus non si è arricchito di elementi, e semmai si è impoverito di strumenti. 
 
In primo luogo ci soffermiamo sull’abolizione dello sconto in fattura.  In altra circostanza abbiamo precisato che non è questa la sede per esprimere giudizi o valutazioni sotto il profilo della concorrenza tra operatori, ma non possiamo non rilevare che l’abolizione  viene a ridurre gli strumenti a disposizione del cittadino.
 
In particolare ricordiamo che :
- per gli interventi realizzati sulle parti comuni di edifici condominiali, da cui derivi una riduzione del rischio sismico che determini il passaggio ad una classe o a due classi di rischio inferiori, erano ammessi, oltre alla utilizzazione diretta in dichiarazione, la cessione del credito e lo sconto in fattura;
- per gli interventi realizzati su singole unità, da cui derivi una riduzione del rischio sismico che determini il passaggio ad una classe o a due classi di rischio inferiori, era ammesso, oltre alla utilizzazione diretta in dichiarazione, solo lo sconto in fattura, ma non la cessione del credito;
- per gli altri  interventi realizzati sulle parti comuni di edifici condominiali o su singole unità,  da cui non derivi una riduzione delle classi di rischio, era ammesso, oltre alla utilizzazione diretta in dichiarazione, solo lo sconto in fattura, ma non la cessione del credito;
- per l’acquisto di “case antisismiche” erano ammessi, oltre alla utilizzazione diretta in dichiarazione, la cessione del credito e lo sconto in fattura;
- per gli interventi che danno luogo al bonus combinato (ecobonus-sismabonus) erano ammessi, oltre alla utilizzazione diretta in dichiarazione, la cessione del credito e lo sconto in fattura.
 
Venendo a mancare lo sconto in fattura, sono oggi possibili:
- per gli interventi realizzati sulle parti comuni di edifici condominiali,  con riduzione del rischio sismico, e per l’acquisto di “case antisismiche” solo l’ utilizzazione diretta in dichiarazione e la cessione del credito;
- per gli interventi realizzati sulle parti comuni di edifici condominiali,  senza  riduzione del rischio sismico, per gli interventi realizzati su singole unità solo l’ utilizzazione diretta in dichiarazione;
- per gli interventi che danno luogo al bonus combinato (ecobonus-sismabonus), oltre alla utilizzazione diretta in dichiarazione, solo la cessione del credito.
 
Non vi è dubbio che nel caso di interventi su singole unità (potrebbe trattarsi di una villetta unifamiliare così come di un capannone industriale) non vi è alternativa alla detrazione in dichiarazione!
 
Ma oltre a tali effetti,  dobbiamo rimarcare che il termine del 31 dicembre 2021, attualmente previsto per  le detrazioni  sismabonus risulta troppo ravvicinato per poter  preventivare  oggi, all’inizio del 2020,  lavori spesso complessi, che coinvolgono diversi soggetti, e che richiedono – nel caso dei condomini – tempi di deliberazione piuttosto ampi.  In altri  termini appare oggi problematico  intraprendere nuovi lavori senza la certezza di poter completare l’iter con la fruizione dei benefici “sismabonus” di cui all’art. 16, D.L. n. 63/2013.
 
Particolarmente evidente è il caso delle  imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare, che devono provvedere  entro diciotto mesi dalla data di conclusione dei lavori, alla successiva alienazione dell’immobile, ai fini del   c.d. bonus per acquisti di case antisismiche.
 
Sarebbe opportuna sin da ora una proroga dei termini in scadenza 31 dicembre 2021.
 
Merita di essere segnalata infine, ad agevolazione ormai soppressa, la  Risp. Ag. Entrate n.  1 del 7 gennaio 2020.  Il caso si riferisce ad un’impresa che ha eseguito lavori “ecobonus” ed ha riconosciuto uno sconto in fattura al cliente;  tale credito, anziché essere utilizzato direttamente è stato ceduto ad un proprio fornitore (impresa di vendita di energia elettrica e gas naturale).  E’ stato chiarito al riguardo  che tale secondo cessionario può utilizzare il credito in compensazione anche per il pagamento di accise con Mod. F24-Accise. Ma tale strumento  non c’è più !
 
Per contro, il nuovo sconto in fattura, previsto dal nuovo comma 3.1 dell’art. 14, D.L. n. 63/2013, non sembra contemplare in alcun modo interventi antisismici.
 
Da tenere presente invece è la previsione  di un credito di imposta per le spese documentate relative all’acquisizione e predisposizione dei sistemi di monitoraggio strutturale continuo (art. 1, comma 188, L. n. 160 /2019), per il quale è prevista l’emanazione di un apposito decreto. In mancanza  di altre notizie rinviamo ai futuri chiarimenti.
 

 



 

Richiedi Informazioni




Accetto condizioni sulla privacy - Info Privacy

Inserisci il codice che leggi nell'immagine di sopra:
 




RASSEGNA STAMPA

realizzata in collaborazione con Ingenio

L' esperto risponde

La sezione l'Esperto Risponde di ISI nasce con lo scopo di consentire ai propri soci di comunicare con gli esperti del settore. Il Comitato Scientifico ISI sarà a disposizione per rispondere ad alcune delle vostre domande.....

Archivio Eventi