ASSOCIAZIONE ISI
Ingegneria Sismica Italiana


Strada Statale Valsesia, 20 - 13035 Lenta (VC)
Tel. (+39) 331 2696084
ingegneriasismicaitaliana@pec.it
www.ingegneriasismicaitaliana.com

Utenti online: 6
Utenti iscritti: 1601

Sismabonus anche sugli interventi di manutenzione ordinaria

Marzo 02, 2019 - 18:39 da ISI
[ITEM_TITLE]




“Anche per i lavori antisismici come per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, vale il principio secondo il cui l’intervento di categoria superiore assorbe quelli di categoria inferiore ad esso collegati (risoluzione n. 147/E del 29 novembre 2017). La detrazione prevista per gli interventi anstisismici può quindi essere applicata, per esempio, anche alle spese di manutenzione ordinaria (tinteggiatura, intonacatura, rifacimento di pavimenti, eccetera) e straordinaria, necessarie al completamento dell’opera”.

 

L’indicazione è riportata nell’ultimo aggiornamento della ‘guida dell’Agenzia delle Entrate sul Sismabonus’ (Link). La guida ricorda che per il beneficio fiscale si applica sulle spese sostenute tra il 1° gennaio 2017 e il 31 dicembre 2021 fino ad una spesa massima di 96mila euro, recuperabile in cinque anni. La detrazione base del 50% sale al 70% se l’intervento consegue il passaggio a una classe di rischio inferiore a quella di partenza e sale all’80% se l’intervento consente il passaggio a due classi di rischio inferiore. Per l’intervento sulle parti comuni dell’immobile, lo sgravio passa, al 75% e all’85% rispettivamente. In questo caso la detrazione va calcolata su un ammontare delle spese di max 96mila euro moltiplicato per il numero di unità immobiliari di ciascun edificio e viene ripartita in cinque quote annuali di pari importo.

Il sismabonus del 75%-85% (a seconda della diversa classe di rischio) può anche essere lucrato attraverso l’acquisto di case antisismiche. Per usufruire della detrazione, la guida ricorda che gli immobili devono trovarsi in una zona classificata a rischio sismico 1. Inoltre la casa deve far parte di un edificio demolito e ricostruito per ridurre il rischio sismico, anche con variazione volumetrica rispetto al vecchio edificio. È necessario inoltre che i lavori siano stati effettuati da imprese di costruzione e ristrutturazione immobiliare che vendono l’immobile entro 18 mesi dal termine dei lavori.

 

Clicca quì per la guida dell’Agenzia delle Entrate sul Sismabonus...



 

Richiedi Informazioni




Accetto condizioni sulla privacy - Info Privacy

Inserisci il codice che leggi nell'immagine di sopra:
 




RASSEGNA STAMPA

realizzata in collaborazione con Ingenio

L' esperto risponde

La sezione l'Esperto Risponde di ISI nasce con lo scopo di consentire ai propri soci di comunicare con gli esperti del settore. Il Comitato Scientifico ISI sarà a disposizione per rispondere ad alcune delle vostre domande.....