ASSOCIAZIONE ISI
Ingegneria Sismica Italiana


Strada Statale Valsesia, 20 - 13035 Lenta (VC)
Tel. (+39) 331 2696084
ingegneriasismicaitaliana@pec.it
www.ingegneriasismicaitaliana.com

Utenti online: 6
Utenti iscritti: 1430

Firmate le norme tecniche NTC 2018. Le novità del Cap. 7 rispetto alle attuali NTC.

Gennaio 16, 2018 - 16:43 da ISI
[ITEM_TITLE]


Il decreto di pubblicazione delle Norme Tecniche delle Costruzioni è stato firmato dall'ing. Massimo Sessa, Presidente del Consiglio Superiore dei LLPP, e dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio.


Nel 2008 il Decreto, pur essendo Ministeriale (del MIT) era stato pubblicato di concerto con il Ministro dell'Interno e con il Capo del Dipartimento della Protezione Civile. Occorrono quindi anche queste due firme. Abbiamo già avuto conferma che Delrio abbia inviato il DM a Protezione Civile e al Ministro dell'Interno per la relativa firma.

Il nuovo testo delle NTC ha la sua parte di grande novità soprattutto sul tema del "miglioramento sismico" degli edifici esistenti, e da tempo si va sostenendo che queste norme siano necessarie proprio perchè se si dovesse intervenire in Italia con le precedenti, quindi puntando a un adeguamento sismico degli edifici esistenti e non al miglioramento, le risorse di intervento sarebbero troppo elevate.

Il Prof. Ing. Paolo Riva, dell'Università di Bergamo e vice Presidente dell'Associazione ISI Ingegneria Sismica Italiana, fornisce qualche nota di commento al Capitolo 7 dedicato alla Progettazione per le Azioni Sismiche.

Le novità del Cap. 7 delle attuali NTC rispetto alla precedente versione sono più di carattere organizzativo che di carattere concettuale; tra le poche novità di carattere concettuale le principali sono:

  • la scomparsa di qualunque riferimento alla zonazione sismica;
  • la chiara distinzione tra progettazione in capacità (approccio concettuale con cui si persegue la duttilità) e gerarchia delle resistenze (strumento operativo impiegato per conseguirla);
  • la sistematica adozione di tavole sinottiche di riepilogo dei diversi coefficienti, finalizzata a facilitare i confronti sistematici tra le diverse tipologie e i diversi stati limite;
  • nella progettazione di strutture non dissipative è ammesso utilizzare un coefficiente di struttura q<=1,5, anziché 1 come in passato.

 

In aggiunta a queste, le novità riguardano:

Strutture situate in zone a bassa sismicità. Le costruzioni caratterizzate, nei confronti dello SLV, da agS ≤ 0,075g possono essere progettate e verificate mediante analisi pseudo-statica, assumendo una risultante delle azioni orizzontali pari a Fh = 0,10Wλ per tutte le tipologie strutturali in ciascuna direzione e eseguendo la sola verifica nei confronti dello SLV, considerando o un comportamento elastico, o un comportamento dissipativo, adottando una classe di duttilità B e coefficienti di sovraresistenza γRd=1. In tal caso, gli impalcati devono poter essere considerati rigidi per edifici di più di 2 piani.

Ai fini di una corretta valutazione della risposta strutturale, la norma richiede che, nel rappresentare la rigidezza flessionale e a taglio dei singoli elementi di muratura, calcestruzzo, acciaio-calcestruzzo, si tenga conto della fessurazione. La norma impone che, in assenza di analisi specifiche, la rigidezza degli elementi fessurati non sia assunta minore del 50% delle corrispondenti rigidezze non fessurate. Tale limite non è ovviamente un limite inderogabile, ma, nel caso di deroga, le diverse assunzioni devono essere opportunamente giustificate.

 

I criteri di verifica. Per quanto riguarda i criteri di verifica, rispetto alle NTC08 vengono meglio chiariti i criteri prestazionali da adottarsi per le verifiche:

  • Controllo del danno strutturale e non strutturale, attraverso la limitazione degli spostamenti di interpiano;
  • Stato Limite di Salvaguardia della Vita, confronto capacità/domanda in termini di resistenza;
  • Stato Limite di Prevenzione del Collasso, confronto capacità/domanda in termini di duttilità.

Viene chiarito inoltre il ruolo delle fondazioni scatolari, affermando che nel caso in cui in un edificio, immediatamente al di sopra della fondazione, sia presente un basamento, di uno o più piani, con caratteristiche tali da poter essere considerato alla stregua di una struttura scatolare rigida, per valutare la regolarità in altezza, si può far riferimento alla sola parte della struttura che si sviluppa al di sopra del basamento (fondazione scatolare caratterizzata da comportamento non dissipativo).

 

Gli elementi secondari e quelli non strutturali. Per quanto riguarda gli elementi secondari e gli elementi non strutturali, la nuova normativa chiarisce meglio quali siano le verifiche da svolgersi.

Per gli elementi strutturali secondari viene chiarito che essi devono essere in grado di sostenere i carichi gravitazionali quando soggetti agli spostamenti indotti dalle sollecitazioni sismiche allo SLC, coerentemente con I criteri prestazionali prima delineati.

Per quanto riguarda gli elementi non strutturali, essi possono essere dotati di rigidezza, resistenza o massa tale da influenzare la risposta della struttura, oppure, pur non influenzando la risposta della struttura, risultano significativi ai fini della sicurezza. Per tali elementi vengono forniti criteri di verifica generalmente più chiari di quanto definito nelle precedenti norme, rimandando alla circolare la definizione delle azioni da adottarsi per le verifiche.

 

Eurocodice 8. Per quanto riguarda i capitoli relativi ai diversi materiali, si osserva, rispetto alle precedenti NTC, una maggiore coerenza tra le NTC 2018 e l’Eurocodice 8 2004.

In definitiva, per quanto riguarda il capitolo 7, la nuova normativa costituisce un significativo passo verso una maggiore armonizzazione con la normativa europea, fornendo tuttavia alcuni elementi di novità che contribuiscono a chiarire alcuni concetti posti alla base della progettazione sismica.



 

Richiedi Informazioni




Accetto condizioni sulla privacy - Info Privacy

Inserisci il codice che leggi nell'immagine di sopra:
 




Altre News

Comunicato Stampa - Casa: Governo Punti Su Ecobonus E Sismabonus Set 21, 2018 - 11:47

Comunicato Stampa - Casa: Governo Punti Su Ecobonus E Sismabonus

E' stata presentata martedì 18 settembre, presso la sede di Ance, la campagna su Eco e Sisma Bonus. ISI partecipa all'iniziativa insieme a tutti i soggetti che compongono la filiera delle costruzioni. Ha aderito anche il Consiglio Nazionale Ingegneri.
Continua e leggi

Cobiax nuovo socio  ISI Set 12, 2018 - 13:53

Cobiax nuovo socio ISI

Con grande soddisfazione diamo il benvenuto a Cobiax all'interno del mondo ISI, certi che la loro collaborazione e le loro competenze saranno un importante valore aggiunto per il raggiungimento degli obiettivi della nostra Associazione.
Continua e leggi

Fassa Bortolo nuovo socio sostenitore ISI Set 12, 2018 - 13:30

Fassa Bortolo nuovo socio sostenitore ISI

Con grande soddisfazione diamo il benvenuto a Fassa Bortolo all'interno del mondo ISI, certi che la loro collaborazione e le loro competenze saranno un importante valore aggiunto per il raggiungimento degli obiettivi della nostra Associazione.
Continua e leggi

30 Settembre 2018: Prima Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica Ago 02, 2018 - 12:40

30 Settembre 2018: Prima Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica

La Fondazione Inarcassa, con il Consiglio Nazionale degli Ingegneri e il Consiglio Nazionale degli Architetti, con il contributo scientifico del Consiglio Superiore dei Lavori pubblici, del Dipartimento della Protezione Civile, della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane e della Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica, ha istituito la prima Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica che si terrà il 30 settembre 2018.
Continua e leggi

S.T.A. DATA nuovo socio ISI Giu 26, 2018 - 11:38

S.T.A. DATA nuovo socio ISI

Con grande soddisfazione diamo il benvenuto a S.T.A. DATA all'interno del mondo ISI, certi che la loro collaborazione e le loro competenze saranno un importante valore aggiunto per il raggiungimento degli obiettivi della nostra Associazione.
Continua e leggi

Comunicato Stampa: Ingegneria Sismica Italiana e SAIE 2018: tecnologie, sistemi, servizi per progettare comunità più sicure e resilienti Giu 14, 2018 - 13:40

Comunicato Stampa: Ingegneria Sismica Italiana e SAIE 2018: tecnologie, sistemi, servizi per progettare comunità più sicure e resilienti

Associazione ISI, Ingegneria Sismica Italiana, ha annunciato oggi la collaborazione con SAIE 2018 che prevede la partecipazione di Associazione ISI e dei propri Soci all’interno di numerose attività della manifestazione che, giunta alla 53° edizione, si terrà a BolognaFiere dal 17 al 20 Ottobre 2018.
Continua e leggi

Comunicato Stampa: Ingegneria Sismica Italiana offre la propria collaborazione alla Commissione per la Ricostruzione della Basilica di San Benedetto di Norcia Giu 14, 2018 - 14:55

Comunicato Stampa: Ingegneria Sismica Italiana offre la propria collaborazione alla Commissione per la Ricostruzione della Basilica di San Benedetto di Norcia

Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MIBACT) ha recentemente istituito la commissione di indirizzo per l’intervento definitivo di recupero, restauro e ripristino, della Basilica di San Benedetto di Norcia.
Continua e leggi

University of Camerino - University College of London - Educazione e ricerca per la prevenzione sismica Mag 31, 2018 - 19:12

University of Camerino - University College of London - Educazione e ricerca per la prevenzione sismica

Due giorni di intensa collaborazione tra la Scuola di Architettura e Design dell'Università di Camerino e il team di EPICentre della University College of London.
Continua e leggi

G&P Intech nuovo socio sostenitore ISI Mag 20, 2018 - 19:09

G&P Intech nuovo socio sostenitore ISI

Con grande soddisfazione diamo il benvenuto a G&P Intech all'interno del mondo ISI, certi che la loro collaborazione e le loro competenze saranno un importante valore aggiunto per il raggiungimento degli obiettivi della nostra Associazione.
Continua e leggi


RASSEGNA STAMPA

realizzata in collaborazione con Ingenio

L' esperto risponde

La sezione l'Esperto Risponde di ISI nasce con lo scopo di consentire ai propri soci di comunicare con gli esperti del settore. Il Comitato Scientifico ISI sarà a disposizione per rispondere ad alcune delle vostre domande.....

Primo Piano

ITALIA ANTISISMICA Incentivi, modelli di intervento e abaco delle tecnologie disponibili per ridurre il rischio sismico in Italia